uno starnuto di covid

Non voglio fare il dottore che non sono, ma ogni starnuto oggi, ogni mal di gola, ogni 37,3 è virus. Inutile dire che avete preso un colpo d’aria a lavare i balconi, che siete scesi a portare il cane col cappotto leggero, che è allergia. E’ covid. Poi molti non fanno il tampone, e non lo sapranno mai, oppure fanno il rapido e tacciono l’esito, ma sappiamo tutti che se in questo periodo non state ‘tanto’ bene, nove su dieci è lui. Lo sono tutti i bimbi che mando a casa col mal di testa e il naso che cola. Lo era la mia collega a cui per una settimana ho detto di fare il tampone e mi rispondeva che era sinusite e che il rapido fatto domenica era negativo.

Altro segreto di Pulcinella: la positività si manifesta dopo minimo un paio di giorni dal contatto, a me il quarto. Già, perchè la mia collega ci ha lasciate stese in due, oltre a lei. Nonostante la mascherina, il gel e il booster. Ho fatto tre tamponi negativi prima di quello definitivo, ma ne ero certa. Mal di gola, febbriciattola e tosse. Il mio medico mi ha detto, prima di quello positivo, di non farne più, che era influenza. Per fortuna sono scrupolosa, io.

#tampone in classe — MAESTRAMARTINA

Matteo è assente da giovedì scorso. Non abbiamo saputo nulla, quindi si presume non abbia il Covid (avrà fatto accertamenti?) perché in questo caso il genitore è tenuto a contattare immediatamente i vari servizi, e fare partire la macchina della sopravvivenza: ricerca di altri positivi in classe e, se accade, quarantena (di dieci giorni), altrimenti […]

#tampone in classe — MAESTRAMARTINA