#spontanea

A me capita di andare in fissa con un pensiero e di fare passare attraverso il filtro di quella sfaccettatura tutto quello che mi accade durante il giorno, quasi a dimostrazione dell’esattezza della mia teoria. Se c’è qualche dottore in linea sono certa che ravviserà un comportamento preoccupante, io lo chiamo bisogno di rassicurarmi, e sì forse un po’ ansiogeno lo è.

Mi spiego meglio. Rifletto sull’essere se stessi, frase blasonata ed inflazionata, usata per dire un po’ tutto come che non ci sono più le mezze stagioni. Io sono me stessa, non ho paura di portare avanti le mie idee anche se vado contro corrente (e me ne assumo la responsabilità), di mangiare la crosta della pizza quando sono ad una cena galante (e la mangio con le mani), di dire no se non sono interessata o non mi va. Inizio un corso se penso mi faccia stare bene, mi prefiggo un obiettivo e faccio di tutto per raggiungerlo. E fin qui..

Poi però leggo che essere se stessi vuol dire essere spontanei. Ma se io penso ad essere spontanea, non riesco più ad esserlo. Da qui il paradosso. E’ come se mi sforzassi di essere simpatica, o naturale. Posso provare ad essere più empatica, sforzarmi di essere meno perentoria, ma così non sarei spontanea. O forse lo sarei, alla luce di una consapevolezza nuova, che mi ha cambiata e fatta ritrovare in una nuova spontaneità. Mumble mumble…..

Occorre avere un po’ più di fiducia in sé stessi, smettere di rimuginare tanto su quello che si vuole fare o dire e, semplicemente, lasciarsi andare. Ovviamente facendo molta attenzione alle decisioni e alle azioni che implicano rischi significativi. A volte è necessario anche riflettere su quello che sta accadendo’. Decidetevi, o mi lascio andare, o sono ponderata. ‘Usate il buon senso’, ma io ce l’ho?

“La spontaneità è frutto di lunghe meditazioni. Pablo Neruda”

30 pensieri su “#spontanea

  1. Cara Martina, comprendo perfettamente…il mio pensiero ? (che poi non è il mio ma che faccio mio) Sono buoni i primi 2 secondi…o “mi butto” in questo lasso di tempo, e quindi sto seguendo il cuore (come dovremmo fare sempre) oppure lascio che sia la mente a parlare con tutti i suoi casini…e poi ormai lo sappiamo che la mente…mente. Quindi…buttarsi…sempre e comunque…le scelte di cuore sono e saranno sempre le scelte migliori. Buona vita.

    "Mi piace"

  2. Cara Marti, personalmente credo che siamo spontanee anche quando programmiamo un qualcosa per noi, poichè lo si 04ogramma comunque con la nostra spontaneità e l’interesse per quella data cosa che programmiamo. A mio modesto avvieonpervquel poco che ti conosco, ti trovo una persona molto spontanea e sincera c9n te stessa e con gli altri e già la sincerità è sinonimo di spontaneità 😊

    "Mi piace"

  3. Quando ti metti a fare tutte queste riflessioni su te stessa ho come la sensazione che tu coercizzi ( Sarà giusto scritto così?)te stessa e in modo pure violento … tu non hai secondi fini, quindi dal mio punto di vista sei una persona molto spontanea. Che a volte tu ti dia degli indirizzi da seguire ci sta perché raggiungere un obiettivo non significa non essere spontanei significa avere fiducia in se stessi e soprattutto credere in se stessi… quindi smettila davvero di pensare troppo …🙃

    "Mi piace"

  4. secondo me bisogna fare e dire ciò che in quel momento pensiamo, ma senza porci nessuna domanda o riflessione in merito. Essere spontanei vuol dire proprio questo, vivere l’attimo così com’è, senza pensare a nulla, spesso è molto più facile di quello che immaginiamo, bisogna solo lasciarsi andare all’istinto….😉👍👍😊

    "Mi piace"

  5. Essere se stessi / Essere spontanei
    Credo tu sia spontaneamente razionale, pertanto non va confusa “spontaneità” con “impulsività” o “istintività”.
    Secondo me, ed in questo siamo simili, siamo noi “stessi” nonostante i nostri comportamenti non siano frutto dell’istinto, ma siano dettati da una razionalità che comunque ci porta ad avere atteggiamenti in linea con il nostro “se stessi”

    [difficile da spiegare a parole]

    "Mi piace"

  6. Io sono sempre molto spontaneo e sempliciotto in ogni aspetto della mia vita, ma non è che sia sempre tutto rose e fiori. Per esempio non mi interessano le esteriorità e quindi mi vesto come mi viene, con cose sportive, mai di marca, comode… ma non da fighi.
    Me ne rendo conto e cerco di fare uno sforzo in più, ma faccio una fatica del diavolo a interessarmi a abbigliamento, auto bella e lucidata, magari addirittura orecchino e tatuaggi… no, non ce la faccio.
    Vedo che gli amici mi apprezzano, ma quando conosco una donna “fattibile” non mi ci vedo a uscirci col mio pile del decathlon 🙄
    È un mondo difficile 😄

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...